e-mail a GlobalSportLario

Vela

SPORT ACQUATICI
pagina:
21/09/2012 CORSO 2012
Sono lo skipper. Quest'anno tocca a me scrivere un articolo sul corso vela che abbiamo portato avanti questa estate. Premetto che non è modestia ma non so cosa scrivere. Dovremmo prima valutare quali obiettivi sono stati raggiunti e da chi, verificare bene come è andata quest'anno. Provo allora a fare una valutazione mia per stimolare un confronto con gli altri protagonisti del corso: allievi, operatori e peer supporter. L'obiettivo era quello di rendere possibile la navigazione guidata (cioè con lo skipper che da' gli ordini) mediante tutti gli step basilari, salire in barca, scegliere le vele, uscire dal porto, armare (fissare le vele alla barca). Sul salire e scendere, che richiede un certo protocollo non facile quando si è stanchi al rientro, nessun problema. Invece la scelta delle vele non ha coinvolto più di tanto gli allievi. Durante le manovre di disormeggio e di ormeggio: il comportamento, la conservazione dell'equilibrio, il sapersi muovere in tutti i posti della barca e la attenzione per la propria e l'altrui sicurezza sono stati sostanzialmente impeccabili per la totalità dei corsisti. Verso la fine del corso gli allievi hanno dimostrato di saper armare e disarmare la barca, che comporta anche l'esecuzione di alcuni nodi marinareschi. In navigazione tutti hanno dimostrato di saper mantenere una rotta nelle varie andature per diverse miglia marine, in condizioni di vento leggero e medio. Quando invece si è addetti alla regolazione delle vele è più difficile concentrarsi, ma la maggior parte degli allievi è pronta ad eseguire gli ordini con metodo e corretto uso dell'attrezzatura. Tirando le somme di questa personale valutazione mi sento di dire che ogni allievo, anche chi era digiuno di barca a vela, ora sa stare in equipaggio, ricoprire degnamente i ruoli di timoniere, prodiere e randista, sempre con umiltà, senza prendere iniziative fantasiose ma con la curiosità di imparare. E un pizzico di passione sono sicuro che siamo riusciti a trasmetterla. In barca si chiaccherava, si mangiava, si rideva e qualche volta un po' si soffriva. Non abbiamo costruito una squadra di marinai perfettini, ma credo che ci siamo voluti bene. c.r.
30/01/2012 VELA E' LIBERTA'
Le barche a vela dell'associazione Annje Bonnje stanno vivendo un momento particolarmente fiorente, grazie anche alla loro nuova sede sul lago: località Domaso, nel porto più moderno del Lago di Como. Chi è Annje Bonnje? Per chi non la conoscesse, è un circolo velico/scuola di vela con sede a Como, da anni impegnata (anche) a dare una mano all'utenza psichiatrica, assieme a Global Sport Lario. Si ha la possibilità di fare diverse cose: Parlando di me, la barca a vela mi aiuta, con i suoi piccoli impegni, ad andare avanti bene nel passare degli anni mantenendomi in buona salute. Tanto per accennare uno dei molteplici benefici di cui ci si può giovare praticando la vela. Passando alle attività svolte l'anno scorso si può dire che anche nel 2011 si è svolto un corso vela per noi utenti di psichiatria, e con un discreto profitto: c'è chi partecipa e si avvicina alla vela per la prima volta scendendo contento dalla barca a fine giornata; chi stringe una nuova amicizia; chi sente il proprio corpo che si tonifica; e chi ama nuotare può farlo. Abbiamo avuto a disposizione: 3 barche, lo skipper giovane e brillante Federico, il mio collega e amico Claudio che da quest'anno è diventato anche lui skipper (tradotto: capobarca), e il "responsabile operatore capo" Nicola Giovenzana. Ogni Persona, ogni individuo trae dalla vela dei benefici, suoi personali... Io, a chi mi chiedesse, risponderei che la vela è da provare, almeno una volta. Spiego solo un ultimo concetto: ogni skipper ha il suo modo di condurre l'uscita in barca. C'è quello "tecnico-professionale", quello "socializzante", quello "vacanziero" e tanti altri modi per vivere la stessa attività. Questa ed altre costatazioni mi portano ad esprimere un'opinione personale: la vela è un'attività libera! Grazie Annje Bonnje, Grazie Global e Grazie a Voi. Eddy Cilia
07/12/2011 Le impressioni di un allievo del corso di vela
QUALCOSA E' RIMASTO
 “quando non può più lottare contro il vento per seguire la sua rotta il veliero ha due possibilità: l'andatura di cappa (il fiocco a collo e la barra sottovento) che lo fa andare alla deriva, e la fuga davanti alla tempesta con il mare in poppa e un minimo di tela ….......la fuga è spesso quando si è lontani dalla costa il solo modo per salvare la barca e l'equipaggio e in più permette di scoprire rive sconosciute che spuntano all'orizzonte delle acque tornate calme” Henry Laborit (elogio della fuga) Recuperare se stessi ed uno stile di vita più naturale, lontano dai pressanti ritmi cittadini, tornare a godere dei tramonti, è certo uno dei momenti più significativi per partecipare ad una attività come questa sempre capace di nuovi stimoli e problemi cui dare una adeguata e costante soluzione; ma tra noi qualcosa di più significativo di uno sport o stimolante attività è subentrato superiore ad ogni tecnico risultato o positivo orientamento... qualcosa che non si acquista con la pratica ma solo con l'amore e buon senso di chi ci ha guidati nonché l'amicizia che ha reso noi partecipanti prima che marinai amici che condividono L'AVVENTURA DELLA VELA E LA VELA COME AVVENTURA veri fari nelle acque incerte della vita …....veri tesori in fondo al lago e ai nostri cuori nell'epoca della dissoluta globalizzazione che non vede amicizia e fisicità dei rapporti fra persone e ambiente. Tesori amicizia e solidarietà affetto stima e amore esistono ancora e neppure troppo sommersi …...basta cercarli col faro di quei marinai che prima di navigare trovano nel viaggio stesso la loro meta …..sì qualcosa è rimasto!
Pierfrancesco Trombetta
27/07/2011 PRIME USCITE IN BARCA
Allegati
Finalmente sono inziate le uscite del corso vela. Grazie alla bella giornata abbiamo potuto godere del lago vissuto in uno dei modi più genuini. In allegato alcune foto in navigazione.
09/07/2011 INIZIA IL CORSO VELA 2011
GIOVEDI' 14 LUGLIO ricomincia il nostro corso di barca a vela in collaborazione con il circolo Uisp Annje Bonnje. Le uscite si terranno tutti i giovedì. L'obiettivo del corso è acquisire le abilità che consentono di ricoprire ruoli attivi nell'equipaggio di un cabinato a vela.
pagina:
info@globalsportlario.it via vittorio emanuele 112 - 22100 Como tel. 39 031 3314736